Samuel Stern - NerdSoul
COMICSRecensioni

Samuel Stern – La fine della coscienza: recensione

Abbiamo letto il quinto numero della serie di Bugs Comics

Continua la serializzazione di Samuel Stern nelle edicole e noi abbiamo appena letto la sua quinta uscita intitolata La fine della coscienza. Questo numero, uscito il 28 marzo, conferma le buone impressioni che ha saputo trasmettere nei precedenti numeri. La copertina rispecchia perfettamente quello che ci aspetta. Ci introduce a quello che aspetta il nostro personaggio dal punto di vista del presunto carnefice.

Samuel Stern - NerdSoul

Il primo personaggio che ci viene presentato in questo numero è proprio il nemico, con dei disegni che ci mettono addsso angoscia e curiostià. Subito dopo si lascia la scena a Samuel, tenendo il lettore sulle spine, curioso di scoprire qualcosa di più sul nuovo antagonista della storia. Ci viene mostrata anche Penny, l’amica del libraio di Edimburgo, che si reca il libreria in cerca di aiuto. La ragazza ha notato che moltissimi senzatetto dell’Homeless Center stanno scomparendo nel nulla, nella totale indifferenza.

Samuel accetta di aiutare Penny, ma poco per volta scoprirà che dietro a questa vicenda si cela qualcosa di grande, che rientra nelle sue competenze. Complice anche l’incontro con una bambina malata. Chi c’è dietro la sparizione dei senzatetto? Perché vengono rapiti? Cosa gli accade? Queste sono le domande a cui il nostro protagonista deve trovare risposta. Però il tempo è poco perché le persone continuano a sparire ed inquietanti voci rimbombano nella sua testa implorando aiuto.

Questo non è come i numeri precedenti. La fine della coscienza è qualcosa di più, riesce ad esplorare le più varie sfumature del dolore, associando un’estrema crudeltà ad un amore infinito.Emergono da questi fatti nuovi dettagli sulla moglie e la figlia di Samuel. Finalmente si apre uno spiraglio sulla figura del protagonista, in grado di farci comprendere maggiormente i suoi pensieri e le sue azioni.

Samuel Stern - NerdSoul

Gli scrittori Filadoro e Fumasoli sono ormai un duo affiatato, che riesce a ripagare la fiducia dei lettori attraverso una storia tanto tragica quanto toccante, narrata con un ritmo serrato, ma in grado di porre l’accento sui momenti che suscitano intense emozioni.

Le emozioni che scaturiscono dalla lettura di questo numero sono più concrete dato che il protagonista, per la prima volta viene toccato sul personale. Tutto questo ci mostra un’aspetto nuovo del nostro protagonista: la sua grande umanità. Grazie a questo, riesce a sfondare la pagina e farsi da personaggio di un fumetto a uomo concreto, animato dai suoi sentimenti. Si può quindi dire che il personaggio riesce a prendere vita e creare uno stretto legame con il lettore.

Il disegnatore di questo numero, Luca Colandrea, riesce farsi notare con estremo piacere, grazie alle sue figure ben realizzate e piacevoli alla vista. Per ogni numero è stato scelto un artista che ha saputo esprimere al meglio la storia grazie al proprio stile caratteristico. In questo numero, questo esperimento, è riuscito molto bene dato che Colandrea riesce ad esaltare e cogliere anche gli elementi in secondo piano.

Samuel Stern - NerdSoul

In conclusione possiamo affermare che Samuel Stern 5 – La fine della coscienza è promosso sotto ogni aspetto. Questo numero rappresenta un tassello molto importante per la serie, soprattutto perché ci permette di comprendere meglio il personaggio di Samuel. Quali saranno i prossimi demoni che il libraio di Edimburgo dovrà affrontare?

Amante del fumetto nelle sue svariate forme. Sono cresciuto con Dragon Ball e One Piece e successivamente mi sono appassionato del fumetto supereroistico americano, tra tutti Wolverine e Daredevil. Ammiro e seguo la scena fumettistica italiana, tra tutti le opere di Davide Toffolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *