X-Force - Marvel - NerdSoul
COMICSNEWS

Marvel – X-Force, qualche parola prima dell’esordio

Benjamin Percy spende qualche parola sulla nuova serie

Sappiamo tutti che X-Force è quel ramo del mondo mutante a cui piace agire spesso al di fuori delle regole, incaricandosi quasi sempre delle missioni più sporche delle quali gli altri mutanti non ne vogliono sapere.

X-Force - Marvel - NerdSoul

Pochissimi giorni fa è uscito negli Stati Uniti X-Force #1 e lo sceneggiatore Benjamin Percy ha rilasciato qualche parola:

Percy – I mutanti hanno ora una sovranità. Krakoa è una nazione. X-Force non è più semplicemente una squadra di intervento segreta o una versione oscura degli X-Men, com’è stata considerata spesso in passato. Oggi è un’agenzia governativa, la CIA dei mutanti.

Questa serie sarà una storia procedurale che fa i conti con problemi non da poco, con un’etica che confonde, con operazioni e missioni che non si possono ammettere. Ho progettato la serie in questo modo: c’è un’unità di intelligence il cui scopo è soprattutto investigativo e poi ce n’è una che lavora sul campo. Bestia comanda la prima, Wolverine la seconda. Uno è il cervello, l’altro il braccio. Alleati e, a volte, in contrasto.

Dovreste sapere che una delle regole fondamentali che sono state stabilite per Krakoa e i suoi abitanti durante Powers of X e House of X, uno dei comandamenti, se vogliamo, prevede di non uccidere alcun umano. Non si applica a X-Force. Pensate a quel che la C.I.A. ha fatto nel corso degli anni. Operazioni che avrebbero negato – che hanno negato – di spionaggio, ricatto, assassinio e utilizzo di mercenari. Hanno fatto cose pessime per “buone” ragioni. E no, non tutti nel team saranno a proprio agio con i loro compiti.

X-Force - Marvel - NerdSoul

Bestia sarà quello che ha il dovere di prendere le decisioni eticamente più complesse, che qualcuno definirebbe reprensibili, ma lo vedremo sempre convinto di agire per il bene comune. Il bene più grande per il maggior numero possibile di mutanti, secondo la sua filosofia utilitarista. Scrivere un personaggio così strategico è stato divertente.

Quentin Quire è molto diverso, in termini di genialità, perché è sempre guidato dall’insicurezza e dalle emozioni del momento. Quindi, per quanto sia incredibilmente brillante, è anche spesso avventato e prende decisioni irrazionali.

X-Force - Marvel - NerdSoul

Percy ci avvisa che i trattati internazionali formano uno scudo molto fragile per una nazione di mutanti, dato che molte organizzazioni mondiali sono contrarie al progetto di Charles Xavier. Ai disegni vedremo Joshua Cassara, per cui lo stesso Percy nutre profonda stima, soprattutto per il suo lavoro su Venom.

Percy – Abbiamo appena costruito tutta questa nuova architettura mutante, e non abbiamo intenzione di frantumarla molto presto. I mutanti, in questo momento, sono allineati tra loro. C’è in ballo un progetto narrativo di lunga durata e ampio respiro e abbiamo un sacco da raccontare.

Certo che vedrete frizioni, attriti, momenti di sfiducia e di discordia nel gruppo. Certo che vedrete alcuni protagonisti commettere atti discutibili, ma come hanno stabilito le prime storie di Jonathan Hickman, i mutanti hanno dei nemici di cui occuparsi, fuori da Krakoa.

Qualcosa di enorme succede nel primo numero, qualcosa che ha conseguenze per tutte le serie Dawn of X. In un mondo perfetto non ci sarebbe bisogno di X-Force, ma questo non è affatto un mondo perfetto.

X-Force - Marvel - NerdSoul

Fonte: NEWSRAMA

Amante del fumetto nelle sue svariate forme. Sono cresciuto con Dragon Ball e One Piece e successivamente mi sono appassionato del fumetto supereroistico americano, tra tutti Wolverine e Daredevil. Ammiro e seguo la scena fumettistica italiana, tra tutti le opere di Davide Toffolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *