Spider-Man
COMICSNEWS

Marvel – Il vero amore di Spider-Man è Gwen Stacy

L’editor Cebulski spendei qualche parola in merito

La figura di Gwen Stacy, aggiunta ovviamente a quella dello Zio Ben, rappresenta la base dei problemi di responsabilità della vita di Peter Parker. La compagna più stabile dell’arrampicamuri è attualmente Mary Jane Watson, con la quale ha avuti tantissi alti e bassi durante il tempo. Ricordiamo che Spidey, esperto in relazioni turbolente, ha trascorso anche del tempo affianco alla Gatta Nera.

Spider-Man - Blue

Però leggendo le storie di Jeph Loeb e Tim Sale, ovvero Spider-Man Blue, ci si rende conto di un fatto importante: nel cuore del nostro eroe ci sarà sempre posto per Gwen, morta durante uno scontro con Goblin, che ha scosso il fumetto mondiale all’epoca.

Spider-Man - Blue

In una recente convenction svedese, l’editor Cebulski ha detto che il personaggio creato da Stan Lee e Steve Ditko nel 1971 sulle pagine di Amazing Spider-Man #31, sia il vero amore di Peter.

Ecco alcune dichiarazioni di C.B. Cebulski:

Ancora oggi, la morte di Gwen Stacy è una di quelle che continuano a spezzarmi il cuore. Tutti sanno che Peter ama Mary Jane, ma Gwen è stata il suo vero amore, secondo me.

Recentemente ho avuto modo di ammirare le tavole originali, i disegni raffiguranti la sua morte, ed è stata un’esperienza struggente. Mi trovavo in un museo in cui erano esposte le pagine originali e stavo per mettermi a piangere, perché in bianco e nero il tutto è ancora più semplice e diretto.

Amazin Spider-Man - #31

[…] La vera ragione per cui si realizzavano storie in Messico era che i fumetti Marvel tradotti divennero così popolari a metà anni Sessanta che venne cambiata la loro periodicità in quindicinale, finendo ben presto a corto di materiale tratto dalle serie americane. L’editore messicano si recò dunque a New York per chiedere alla Marvel il permesso di creare delle storie originali, mostrando delle tavole di prova realizzate da alcuni disegnatori messicani.

La Marvel ne scelse uno, José Luis Durán, e diede il suo consenso. A Durán e agli sceneggiatori fu data totale libertà creativa. Gwen era il personaggio preferito del disegnatore, e quando lei morì questi chiese agli sceneggiatori di continuare a utilizzarla, trovandoli d’accordo. Successivamente, la casa editrice ebbe dei problemi economici e nel 1973 la loro linea di fumetti, incluso quello dedicato a Spider-Man, venne cancellata.

Amante del fumetto nelle sue svariate forme. Sono cresciuto con Dragon Ball e One Piece e successivamente mi sono appassionato del fumetto supereroistico americano, tra tutti Wolverine e Daredevil. Ammiro e seguo la scena fumettistica italiana, tra tutti le opere di Davide Toffolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *