Le Bizzarre Avventure di JoJo - Hirohiko Araki
MangaNEWS

Le Bizzarre Avventure di JoJo – Araki ispirato da Sherlock Holmes

Il mangaka Hirohiko Araki ispirato dall’ispettore londinese

Hirohiko Araki ha dichiarato di aver imparato le basi della narrazione da Sherlock Holmes, frutto della fantasia di Sir Arthur Conan Doyle. In particolare ha imparato come creare le strutture narrative e dei personaggi carismatici.

Le Bizzarre Avventure di JoJo - Hirohiko Araki

E’ stato attirato soprattutto dalle abilità di osservazione e dalle tendenze antisociali del detective, che lo rendono misterioso e convincente. Al riguardo ha dichiarato: “Ciò che rende grande Sherlock Holmes è il fatto che può anche essere un genio, ma è anche un grande rompiscatole”.

Inoltre, per lui Holmes è anche una figura solitaria: “Ho sempre pensato che una delle condizioni per poter essere un eroe è la solitudine. Quando la situazione è critica, un eroe deve essere in grado di combattere e di risolvere un caso da solo, diversamente non puoi chiamarlo eroe. Non potresti nemmeno dire che possano rivestire il ruolo di protagonista di una serie“.

Le Bizzarre Avventure di JoJo - Hirohiko Araki

Araki ha anche affermato che un’altra grandissima fonte di ispirazione per la sua creazione è il fatto che Sir Arthur Conan Doyle raccontasse le proprie storie utilizzando il punto di vista di un personaggio particolarmente vicino al suo pubblico, ovvero il Dottor Watson. Se fosse stato adottato il punto di vista di Sherlock Holmes per la narrazione delle proprie storie, sarebbe andato in contrasto con la propria natura, e una storia nella quale il suo protagonista non ha alcuna motivazione è noiosa, ha proseguito il Maestro.

In realtà, è anche più difficile rappresentare il personaggio secondario per eccellenza nella forma di Watson che raffigurare il protagonista. Holmes è completo come personaggio, per cui la domanda diviene: ‘come si rapporteranno fra di loro lui e Watson?’. Credo che la storia perfetta debba avere dei personaggi carismatici e uno stile narrativo che ponga il giusto accento sul loro carisma“.

Vi lasciamo il link dell’intervista originale al mangaka. Buona lettura!

Amante del fumetto nelle sue svariate forme. Sono cresciuto con Dragon Ball e One Piece e successivamente mi sono appassionato del fumetto supereroistico americano, tra tutti Wolverine e Daredevil. Ammiro e seguo la scena fumettistica italiana, tra tutti le opere di Davide Toffolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *