Il Re Leone
FILMRecensioni

IL RE LEONE – La nostra recensione del live action Disney

La nostra recensione de Il Re Leone

Il Re Leone uscito nelle sale italiane lo scorso Giovedì, è il nuovo “Live Action” targato Disney.

Più che un Live Action, questo film rimane un film d’animazione reso più realistico quasi da sembrare un documentario. È un male? Assolutamente no, anzi, rende molto più facile l’immersione nella pellicola, rendendo azione e battute quasi più emozionanti, però purtroppo a parer nostro c’è una pecca, il piccolo Simba sembra troppo distante da un vero cucciolo di leone sia come fattezze sia come movimento senza però dare troppo fastidio.

Il re leone

Il film inizia con la nostra amatissima canzone “Il cerchio della vita” cantata originariamente in italiano da Ivana Spagna ma ora il testimone è passato nelle mani della cantante statunitense Cheryl Porter.
Attraverso i ricordi dell’infanzia questo film trasmette le medesime emozioni, accentuate dalla nostalgia portando spesso a pelle d’oca e senso di euforia, canzoni cantate alla perfezione grazie anche all’aiuto di cantanti del calibro di Marco Mengoni ed Elisa.

La durata della pellicola è di circa 30 minuti in più rispetto al film d’animazione, senza appesantire e cambiare la trama come successo con il precedente live action “Aladdin”. Una cosa che ci ha colpito parecchio e che abbiamo apprezzato molto è stata una citazione miratissima di un classico Disney.

Voi che avete già assistito agli spettacoli ve ne siete accorti? Avete gradito?
Fatecelo sapere e diteci la vostra impressione.

Nato videoludicamente con il Sega Master System, per poi spostarmi all'età di 9 anni sulla prima PlayStation, successivamente ho avuto il mitico Game Boy Color con la maggior parte dei titoli Pokemon presenti sulla console. In seguito ho avuto tutte le PlayStation fino all'ultimissima PS4 Pro per poi passare al Pc Gaming e alla Nintendo Switch. Detto ciò mi ritengo un gamer a 360°.

2 thoughts on “IL RE LEONE – La nostra recensione del live action Disney

  1. Xayner Reply

    La citazione a cui vi riferite immagino sia il momento della cena per le iene in cui Timon stava palesemente citando “Stia con noi” da “La Bella e la Bestia”. Tuttavia, tornando alla totalità del film, personalmente ho trovato abbastanza godibile questo “live action” ma non abbastanza da farmi dire WOW. Non conosco Cheryl Porter come cantante statunitense ma posso affermare con certezza che, a mio avviso, non avrebbe dovuto cantare in italiano. Abbiamo già avuto altri cantanti stranieri cantare canzoni riadattate per la nostra lingua madre all’interno dei lungometraggi Disney, esempio lo sono Phil Collins con Tarzan oppure i Fall Out Boys con Big Hero 6, ma qui Cheryl a mio avviso fa un bel buco nell’acqua stuprando una meraviglia come “Il Cerchio della Vita” originale, perdonatemi nel caso sia l’unico a pensarlo. Accodandomi a questo, un altro pezzo del mio cuore è stato portato via con la mancanza di “Sarò Re”, una delle più belle canzoni all’interno dell’originale film d’animazione, e anche del “remixaggio”, passatemi il termine, delle canzoni presenti. Fortuna vuole che non hanno toccato i testi, tuttavia vedere cambi nella metrica e di conseguenza nella loro esecuzione mi ha parecchio infastidito. Forse parlo perchè troppo attaccato alla pellicola originale ma… parliamoci chiaro: Disney punta sicuramente ai nostalgici e alle loro famiglie per far spicci, se non si ingraziano noi di certo faticheranno a cavare un ragno dal buco!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *