Albert
GAMENEWS

Albert Wesker lancia un messaggio contro il Covid-19

L’iconico personaggio della serie di Resident Evil ha rilasciato un messaggio in merito alla situazione Corona Virus. Albert Wesker è uno dei celebri antagonisti della saga Horror di Capcom

Un Tweet davvero inaspettato da uno dei principali antagonisti della saga videoludica Horror per eccellenza.

A parlare su Twitter è stato il famoso scienziato dell’Umbrella Corporation Albert Wesker che, tramite un video, lancia un messaggio di speranza e di conforto a tutti i giocatori del mondo, e di far parte alla battaglia contro il Corona Virus facendo ciò che è stato dettato dalle istituzioni.

Manovra pubblicitaria? sembra proprio di no. Infatti Capcom non ha rilasciato dichiarazioni, e sembra proprio che non abbia collaborato alla realizzazione del video

Albert
Albert Wesker è uno scienziato che lavora per l’Umbrella Corporation, società ben nota ai fan di Resident Evil

Chi è?: Comparso per la prima volta come personaggio secondario nel gioco: Resident Evil, divenne in seguito l’antagonista principale dell’intera serie dopo che le sue vere intenzioni furono svelate. A differenza degli altri personaggi principali, Wesker agisce tipicamente dietro le quinte e ha un impatto maggiore sugli eventi di ogni gioco, persino in quelli dove non compare direttamente. I poteri di Wesker sono dovuti all’interazione tra l’iniezione del Virus T – nel 1998 – nella villa Spencer le sue caratteristiche mutanti, essendo nato secondo un complesso di selezione e manipolazione genetica. Wesker, che era già di per sé un mutante, grazie all’iniezione ha potuto risvegliare le sue capacità latenti.

Comunque un bel messaggio che spingerà sicuramente i giocatori a fare la loro parte, anche se da un personaggio che di epidemie se ne intende e ne ha scatenate…

Fonte: Go Nintendo

Appassionato di Videogiochi dalla tenera età, amore condizionato per la Playstation, amante delle serie TV e degli anime, Presentatore e Lottatore per la ICW-Italian Championship Wrestling

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *