warzone
GAMENEWS

Activision usa il pugno duro contro i cheater: bannati 50.000 bannati

Activision dichiara guerra ai cheater

Activision ha dichiarato guerra ai furbetti e ai cheater che popolano i server di Call of Duty: Warzone, così che non venga in alcun modo rovinata l’esperienza di gioco di chi vuole godersi il titolo. In tal senso il publisher si è già mosso, facendo la bellezza di ben 50.000 perma-ban.

Il publisher, ha adottato “tolleranza zero” nei confronti di coloro che tentano di rovinare l’esperienza di gioco ad altri utenti, motivo per cui sono fioccati ban e perma-ban.

Abbiamo messo in campo una serie di programmi per combattere sia contro i cheater, sia contro i provider che li offrono. I nostri team di sicurezza monitorano tutto 24/7 per analizzare i dati e identificare eventuali infrazioni. I team verificano tutti i possibili trucchi e tutti i possibili hack, compresi aimbots, wallhacks e altri.

Activision fa sapere che sono a lavoro per migliorare il sistema di segnalazione in game, per fare la segnalazione di utenti furbetti.

Activision

«Per dirla in modo semplice» continua Activision, «qua non c’è spazio per barare. Sappiamo che non c’è una soluzione singola per combattere contro chi bara, si tratta di uno sforzo costante di tutti i giorni, 24/7. Ma state certi che siamo dediti a garantire a tutti il divertimento e un’esperienza onesta.»

Ricordiamo che se volete scendere sul campo di battaglia con i vostri amici Call of Duty: Warzone è disponibile gratis su PC, PS4 e Xbox One.

Fonte

Nato videoludicamente con il Sega Master System, per poi spostarmi all'età di 9 anni sulla prima PlayStation, successivamente ho avuto il mitico Game Boy Color con la maggior parte dei titoli Pokemon presenti sulla console. In seguito ho avuto tutte le PlayStation fino all'ultimissima PS4 Pro per poi passare al Pc Gaming e alla Nintendo Switch. Detto ciò mi ritengo un gamer a 360°.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *